domenica 29 settembre 2013

EPPURE, C'E' CHI IN TE VEDE SOLO LUCE...

di Carmen Pistoia



E' bello sapere che, per qualcuno, l'epicentro della forza, 
nasce proprio dal sol fatto che tu esista.
Paradossalmente, donare forza e luce mi riesce più facile di riceverla.
Narrano, che c'è chi viene al mondo per donare speranza a coloro che per forza di cose la smarriscono, 
non so davvero se rientro tra costoro, ma sovente, riesco a far sperare nuovamente nel domani 
anche coloro che ormai credevano d'essere finiti e che per loro era giunto il capolinea.
Lieta e umilmente grata a tutti coloro che dal mio semplice esistere 
riescono a trarne spunto di forza e volontà di ricominciare a sperare.

martedì 24 settembre 2013

VIALE DI CIPRESSI

di Carmen Pistoia



Cammino nel mezzo del viale
ogni dì.
Respiro acre odor di morte.
Entra nei sensi,
fino a trattenerti il respiro.
A piedi,
ne percorro lentamente,
ogni singolo tratto.
Le mani in tasca,
lo sguardo alle fronde.
Esse,
frusciano agitate dal vento,
sembrano volerti indicare,
la via del cielo.
E tu,
silenziosa,
ascolti una nenia lugubre,
risuonare tra i rami,
che ti ricorda quanto non siamo che il nulla
adagiato di passaggio in involucri di carne.
La vita è un attimo,
ti volti
e ti ritrovi oltre il viale dei cipressi
coperta da un manto di terra.

mercoledì 18 settembre 2013

GUARDO FUORI E MI CHIUDO DENTRO...

di Carmen Pistoia

Guardo fuori, attorno a me, e ovunque arrivi il mio sguardo, nella maggior parte dei casi, vedo gente che s'avvelena la vita per cose puerili, prive d'ogni importanza, eppure, cosciente di quel che fa, piuttosto affoga in cose vuote che non portano a nulla, che concentrare le proprie energie su come dare un senso profondo alla propria esistenza.
Guardo fuori e inorridisco davanti alla pochezza di talune persone, che vogliono far passare per universale il loro pensiero, depauperando completamente quello altrui.
Guardo fuori e vedo gente sguazzare nell'indifferenza assoluta, magari davanti ad una situazione che non lascerebbe neppure indifferente un barbone che, di suo non possiede nulla, ma darebbe la vita per salvarne un'altra.
Guardo fuori e mi chiudo dentro, poiché quel che vedo non mi piace,ma mentre chiudo il mondo fuori con tutti i suoi casini, penso e agisco per cambiare quel poco che è in mio potere e, laddove è ancora terreno fertile, riuscire a donare quel che riesco a donare con a speranza nel cuore che a qualcuno servirà per cambiare.