sabato 10 dicembre 2011

L'ANIMO NEL SILENZIO

di Carmen Pistoia


   Ci sono voci
   in un silenzio
   che mai udirai
   se non l'ascolterai
   con l'anima.
   Ci son suoni
   in tacite parole
   che attendon solo
   d'esser liberati.
   Ci son pause
   in un respiro
   che trattengono
   tutta la forza
   che sprigiona l'amore.
   C'è luce
   in un animo silente
   che splende più
   di mille stelle.

NON PARLARE

di Carmen Pistoia


Non dir nulla
leggo nei tuoi pensieri.
   Non piangere
   le tue lacrime
   son anche le mie.
      In ogni pausa
      tra i tuoi respiri
      vocifera
      il mio cuore.
         A far compagnia
         alla tua pena
         c'è la mia anima.
            Nei tuoi occhi
            un velo di malinconia
            ti parla di me.
               Nei miei
               una lacrima
               parla di te.
                  E i giorni
                  trascorrono lenti
                  portandosi via
                  una parte di noi.
                     E pian piano
                     si muore dentro.
                        Il sole sorge ancora,
                        ma non nei nostri cuori.

VITE BRUCIATE

di Carmen Pistoia

Vite bruciate
sprecate
trascorse all'ombra
del volere altrui.
Oltre un volto
c'è un'anima.
Oltre i silenzi
ci son mille parole.
Oltre l'isolarsi
c'è tutto un mondo
inespresso
che nessuno vuol ascoltare.
Non si è automi,
respiriamo,
pensiamo,
sogniamo,
desideriamo.
Eppure
all'egoista
ciò non appare.
E allora,
si uccide quello che si è
per non piangere più
e si resta quello che vogliono
che noi siamo
per una serenità
non nostra.
E la vita se ne va
mentre si osserva silenti
da spettatori muti
il bruciar lento
delle stagioni
che mai più
ritorneranno.



venerdì 9 dicembre 2011

ALBEGGIA

di Carmen Pistoia


     Rischiara
      nella mente
        l'ombroso
          pensiero.
           Tacita quiete
             consola.
               Cuor amareggiato
                 torna
                   a sorridere.
                     Aria nuova
                       ravviva
                         il respiro.

TU SEI TUTTO PER ME

di Carmen Pistoia


Amore 
sei la mia luce.
Vivi
in ogni cosa che faccio
in ogni pensiero.
Reincarni
la forma dei miei sogni.
Scalpiti
fuori e dentro me.
Non passa attimo
in cui tu non sia
parte integrante del mio tempo.
Persino l'aria che respiro
contiene il tuo profumo.
Se tu potessi sentire
quello che ho nel cuore,
forse,
ne avresti paura
poichè nessun amore
può contenere
la forza è l'immortalità
di quanto io provo per te.
Amore
non lasciarmi mai sola
ne morirei.
Tu sei
il mio punto di partenza,
ma anche quello d'arrivo.

sabato 22 ottobre 2011

LA MANO CELESTE

di Carmen Pistoia



La mano celeste
mai t'abbandona.
Ti sfiora
ti rinfranca
ti sostiene
e tu senti
una carezza costante
ad ogni ora
della giornata.
Presenza invisibile,
ma percepibile.
Forza
racchiusa
nell'essenza.
Fede
speranza
nasce e cresce
nel cuore di chi
vuol credere
che la mano celeste
poggia sovente
sulla nostra spalla.

domenica 25 settembre 2011

LA FINE DI UN AMORE

di Carmen Pistoia


Cominci a capire
d'esser sola
solo
dopo la fine
di un amore.
Guardi ad ogni cosa
con malinconia.
Il sole
la luna
un tramonto
sembra
che tutto pianga.
Nuvole basse
foschia
all'orizzonte
velano di grigio
le tue ore.
Una parte di te
è rimasta
con lui
e tu
orfana di cuore
ricominci
a camminare
col disincanto
e la certezza
che tutto
può finire.


C' E' SEMPRE QUALCUNO

di Carmen Pistoia

C'è sempre
un qualcuno
per ognuno di noi.
C'è chi
con amore
ci asciuga le lacrime.
Chi ci dona
conforto
quando siamo
alla deriva.
Chi ci abbraccia
con forza
quando cedono le gambe.
Chi ci indica la luce
oltre il buio dell'anima.
Chi ci regala un sorriso
quando nel cuore è inverno
e nulla ci scalda.
Chi ci apre la porta
verso orizzonti migliori.

C'è sempre qualcuno
sulla soglia delle emozioni
che attende solo di entrare.
E per te
ci sono io
se vorrai
scalderò i tuoi giorni.
Basterà pensarmi
e arriverò
fino a te.

SENTIRTI ADDOSSO

di Carmen Pistoia


        Gira nella mente
        un emozione
        sempre viva.
        Tu
        nasci
        in ogni pensiero
        estasiandomi.
                 La voglia
                 di stringerti
                 sentirti addosso
                 cresce
                 fino a fondersi
                 col virtuoso desiderio.
        E nulla
        mi frena più
        seguo il flusso
        della passione
        del cuore
        dell'anima.
                Ti raggiungo                e si fermano le ore                sul corpo tuo                amore.

SOSPESA

di Carmen Pistoia

Frastuono.
Fulgore.
Buio intenso.
Poi
ancora luce
e non so più dove sono.
Bianco candore
d'innanzi agli occhi
mi desta.
Flebili voci
gemono.
Volti segnati
da cupa mestizia
contemplano
un corpo.
Luttuose anime
piangono
invocando un nome
il mio.
Urlo
e non mi sentono
ne mi vedono.
Oltre la vita
vedo altra vita.
Eppur non mi sembra
d'esser mai deceduta.
Son a un metro
da chi amo
li tocco con mano
li sento.
Se questa è la morte
non è lontana
dalla vita.

VOCI NELLA MAREGGIATA

di Carmen Pistoia

Mare grosso.
Vento forte.
S'alzano onde
che mormorano.
Gogge d'acqua
planano sul viso
intingendo di sale la pelle.
Voce imperante
riecheggia
tra i flutti.
Freddo mattutino
di fine settembre
paralizza i muscoli.
Rallenta il battito
frenato dall'angoscia.
S'attenua il respiro
scontrandosi con l'aria.
Si distendono i pensieri
intorpiditi dalla paura.
Abbandono le braccia
e lascio che nuova vita
mi ritempri.
Si fa dolce
quella voce
e tra nuvole e onde
occhieggia la luce.



COSCIENZA

di Carmen Pistoia

Qualcosa oscilla
nella mente.
Né ignoro la natura.
Vive in me,
riflette
la mia immagine,
dietro le altre.
Il mio corpo
si contorce,
suda,
cerca di respingerla.
Il passato
e il presente
appassiscono
come foglie d'autunno.
Ho colmato
e svuotato
ogni pensiero
per comprendere.
Ora,
convergo lo sguardo
verso il sole
e vedo gemme di luce.
Le mie membra
tremanti
s'arrendono
e dal torpore
d'un cuore impietrito
fluisce la coscienza.
La riconosco.
Più
la rinnego
più mi travolge.
E capisco che son io
senza 
coscienza
vivrei come un'ombra.

ESISTENZA

di Carmen Pistoia


Anni
i miei
prestati alla vita
in attesa
di resa.
Mesi
impegnati
disperatamente
al banco dei pegni
della speranza.
Ore
affidate
alla roulette russa
del destino
chiudendo gli occhi
per paura di vedere.
Minuti
regalati
al vento
e nel cuore
il sogno
che in uno dei suoi aliti
ci sia amore
anche per me.
Esistenza
la mia
vissuta
nell'attesa di trovar la via
che conduce
a me.

LA FINESTRA SUL MARE

di Carmen Pistoia



Alba sfumata
dai colori caldi
dell'autunno
e noi
ad ammirarla
dalla finestra sul mare.
A piedi nudi
sul pavimento fresco
coccolando gli occhi
con la poesia
d'un tramonto.
Fluisce nella stanza
profumo di salsedine
e lascia sulla pelle
il sapore di un estate
da ricordare.
Ore trascorse
a sognare
a far l'amore
fissando
lo stesso orizzonte
respirando
aria a metà.
Abbracciati nello spazio
ristrettissimo
di un attimo
che ci ha donato
eternità.
Tu
io
la nostra finestra sul mare
e nell'anima
un calore senza fine.

L'ATTESA

di Carmen Pistoia


Interminabili
giorni
trascorsi lenti
in attesa.
Aspettare
dietro una porta chiusa
la fine di un amore
l'esito di un esame
il responso di un medico.
Restare in attesa
muti nel silenzio
col cuore in gola
angosciati
da parole
che non arrivano.
E le ore
pesano
come macigni.
Ti chiedi
ripetutamente
quando finirà.
E nel momento in cui
abbassi la guardia
giungono
come sentenze
parole che svuotano
atterrando la tua dignità.
Spietata
la vita continua,
tu hai incassato
l'ennesimo dolore,
ma nulla si ferma.
Fuori c'è il sole
e in te
è buio pesto.

ENIGMA IO

di Carmen Pistoia


Orizzonti
i miei
sfuocati da ombre.
Odio e amo
la vita
contrapponendo
nello stesso istante
i due sentimenti.
Eppure
appaio solare.
Facciata,
solo facciata.
Dentro l'anima
crateri immensi
resi più grandi
dall'amore per la morte.
Più e più volte
l'ho sfidata
spalla a spalla
muso a muso
impavida.
Ho sfiorato
il limite
ritornando indietro
indenne.
Sguardo angelico
animo incoercibile.
Cala la notte
e in me
sorge la luce.
M'aggiro silente
nei viali bui
e non ho paura.
L'eco dei miei passi
rieheggia lontano
fino a fondersi col vento.
Distinguo appena
un suono inquietante
mi volto
e vedo me
sorridente e beffarda
andare verso il sole.

mercoledì 27 luglio 2011

PER TE CHE SEI

di Carmen Pistoia

Per te che sei
unico astro
che brilla nel mio cielo
renderò
il nostro amore
indissolubile.
Lo curerò
come un giardino in fiore
proteggendolo
da ogni intemperia.
Con l'amore
che ho nel cuore
tutto
durerà
e non finirà all'alba
come i sogni.
Per te
che ti amo
più della mia stessa vita
questo
e molto di più
ora
e finchè respirerai
la mia aria.


ORMEGGIO L'ANIMA

di Carmen Pistoia


Contemplo
l'alba silente.
La poca luce
fa svanire
le ombre diafane.
Vapori del mattino
schiariscono
e adombrano
il mio viso
riflesso nell'acqua.
Traslucida forma di me
appare.
Pallide
gocce di vita
sgorgano.
E nella calma frescura
dell'alba
ormeggio l'anima
e sorgo col sole.

SE PERDO TE

di Carmen Pistoia

Se perdo te
nulla
ha più ragione
di esistere.
In te
ho trovato
me stessa
la mia anima
smarrita chissà dove
da tempo
ha ritrovato casa.
Non sparire
dal mio orizzonte
continua
ad illuminare
i miei giorni
con la tua luce.
Il mio sorriso
germoglia
dal tuo.
La voglia di vivere
sboccia
come una rosa
ogni volta che
mi stringi a te.

MESSAGGIO IN BOTTIGLIA

di Carmen Pistoia



Cara bottiglia
scrigno dei miei sogni
vira rapida verso lui
consegnagli
il tuo prezioso carico.
Affido
pensieri
essenza
e animo
alle onde del mare.
Sigillo questo messaggio
che parla di me
sperando
che il vento
e le correnti
lo trasportino
fino a te.
A te che esisti
e non sai
che ti cerco da sempre.
A te che mi aspetti
seduto in spiaggia
e sognando
di vedermi arrivare.
Nel cielo autunnale
punta i tuoi occhi
ad oriente
e non smettere mai
di guardare il mare.

venerdì 22 luglio 2011

ANIMA SOLITARIA

di Carmen Pistoia


Flebili frammenti di lucediramati all'orizzonte da un faro.
Di sbiego lo scorgi.
D'istinto
diviene stella polare
bussola
ragion per continuare a navigare
nei mari sconfinati.
Burrasca impetuosa
annuncia la fine.
Impavido
t'addentri nel chiaroscuro della notte
sfidando la tormenta.
Il faro è li
silente
austero
non smette d'illuminare la rotta.
Attimi interminabili
rotti soltanto
da una quiete improvvisa.
Cullato dal vento che soffia lieve
procedi lento
lasciandoti alle spalle la tempesta.
Lo sguardo si distende
il cuore s'acquieta.
Nuovi mari.
Nuovi mondi
t'aspettano
naviga ancora
anima solitaria.

COMUNQUE SIA GRAZIE...

di Carmen Pistoia


Grazie
per avermi fatto sognare
emozionare
innamorare
ridere
gioire.
Non dimenticherò
neanche tra mille anni.
Ho veleggiato
su mari splendidi
visto tramonti
meravigliosi
viaggiato nel tempo
tutto
attraverso i tuoi occhi
il tuo amore.
Ma
è tempo di andare
svegliarsi
guardare in faccia la realtà
e capire
che questo
non è
il nostro tempo.
Vado via da te
ma non dal tuo cuore.
Mi ritroverai
ogni volta che vorrai
nella parte più bambina di te.
Li continuerò
a giocare con i nostri sogni
aspettandoti
con amore
fino a quando
forse un giorno
rientrerai nella mia vita
per restare.
Addio
amore.

RICOMINCIO DAI RICORDI

di Carmen Pistoia

Rivivo il passato
quel tempo
che mi vide
miseramente
perdente
e la rabbia cresce.
Oggi
vedo l'anima mia
calpestare
ciò che prima chiedeva.
Con mano suasiva
placo l'ansia
addomestico
il rancore.
In silenzio
con visioni di sogni
chiusi nel cuore
riprendo
il mio giro della vita.
Nella lunga notte
della rinascita
mi vesto
di nuovo splendore
gorgheggio aria pura
e divengo roccia.

AGRODOLCE

di Carmen Pistoia

A metà
tra amore e passione.
Limbo irresistibile
che divora
i corpi
la mente
l'anima
desiderosi d'amarsi.
Gusto agrodolce
che rimane sulla lingua
intingendo di sapore.
Lo schianto dei cuori
che spasmodico
si cerca.
L'irrompere
tumultuoso
dell'anima.
Ubriachi
di noi
gustiamo
quell'intenso agrodolce
inzeppato
di sapore.

SCORGO TE

di Carmen Pistoia

La bonaccia della sera
mi ha guidato fino a te.
Ti ho trovato in spiaggia
all'imbrunire.
Tra le mani
una conchiglia.
Negli occhi
i colori dei sogni.
Scalzo
sulla battigia
cammini solo
seminando pensieri
nella sabbia.
Seguo i tuoi passi
a distanza.
Ti osservo ammirata.
Sei diverso
fuori da ogni canone.
Nella moltitudine di uomini
scorgo
la tua anima
dolce e chiara
come acqua di ruscello.
Angelico splendore
di te
illumina
i miei occhi.
E nella scia
della tua essenza
ritrovo
l'amore per la vita.
E l'invisibile
diviene
visibile.

ORA CHE

di Carmen Pistoia



Ora che
ti ho regalato un sogno
tu
non smettere mai di sognare.
Ora che
il destino
ci ha fatto incontrare
non perdere mai
la rotta
del mio cuore.
Ora che
le nostre anime
cantano l'inno dell'amore
tu
canta con loro.
Ora che
ti grido
ti amo
ascoltami
e nei giorni in cui
saremo lontani
vivi di me.
Ora che
siamo noi
ramificati tra le mie braccia
e non lasciarmi mai più.

NON DIMENTICARE

di Carmen Pistoia

Non dimenticare
la magia
che ci ha uniti
all'improvviso.
Non dimenticare
la passione
che ci ha travolti.
Non dimenticare
l'amore
che ci è scoppiato nel cuore.
Non dimenticare
i nostri baci
gli abbracci senza fine
che ci facevano sognare.
Non dimenticarmi
ora che sono lontana da te.
Coltiva quell'amore
quando tornerò
dimostrami
che il nostro
era vero amore
e non un gioco da poco.

SPEGNI LA LUCE

di Carmen Pistoia

Spegni la luce
guardami
con gli occhi dell'anima.
Orientati nel buio
segui la mia essenza
trovami
senza vedermi.
Quello che vorrei
è che riuscissi a scorgere
quanto c'è
oltre il corpo.
Un universo da scoprire
nel quale
finora
non sei voluto entrare.
Un cuore che palpita
solo per te.
Una donna
un'amica
un'amante.
E se nel buio
come un cieco
saprai arrivare fino a me
vedrai splendere
tutto
sotto una luce
meravigliosa.

sabato 9 luglio 2011

IL CUORE ALTROVE

di Carmen Pistoia

Mente e corpo
abitano
una vita non tua
mentre il cuore
naviga
altrove.
Scissa
come un fantasma
dalla propria anima
vaghi nei tuoi giorni
senza meta.
E vorresti essere
vapore
liberarti nell'aria
e raggiungere
le rapidi del cuore.
Lungo le cascate
della vita
vedi scorrere
la tua
che mai più
ritornerà.
E in un tempo
non tuo
piangi
desiderando
di raggiungere
i luoghi del cuore.



LEGGI NEI MIEI OCCHI

di Carmen Pistoia

Leggi nei miei occhi
e troverai i tuoi.
Se vuoi capirmi
recati su un'altura
al tramonto
o sulla spiaggia
all'alba
e ascolta
il suono della mia anima.
Sei la persona più vicina a me
ma tu
ancora lo ignori.
Nella vastità
dell'universo
come due astri luminosi
ci siam incrociati
nella notte degli amori
unici.
Resta in silenzio
il mio cuore
ti parla.
Non lasciare che le nostre vite
vaghino ancora
alla ricerca di noi.
Guardami
sono davanti a te amore.
Abbracciami
vieni via con me
sulle ali di un destino
che gli angeli
han scritto per noi.
Ti amo.





FUORI E' BUIO

di Carmen Pistoia

Fuori è buio.
S'ode appena
il vento
frusciare tra i rami.
Rotolano due sassi
davanti la porta.
Planano
foglie dal cielo
adagiandosi sull'erba
lente.
Volano i pensieri
s'intrecciano col vento
e dune sconnesse
si formano nella mente.
Ore mestiose
intrappolate
nel nulla
non passano.
Si stacca una lacrima
dal mare del pianto
e fluisce solitaria
verso riva.
Un frammento di stella
cade ai miei piedi
e illumina
china su se stessa
l'anima mia
ranicchiata nel buio.


DISPERATO BISOGNO DI TE

di Carmen Pistoia

Mezzanotte
distesa nel silenzio
ed io son sveglia.
Il pensiero di te
non mi fa dormire.
Scendo per strada
per cercarti
la smania di vederti
è troppo forte.
E mi ritrovo sotto casa tua
a fissare nel buio
la finestra.
In giro
non c'è un'anima.
La rabbia
esplode.
Mi manchi
e sto impazzendo.
Ho voglia
di spaccare tutto.
Prendo a calci
le auto in sosta
rovescio cassonetti
tiro pugni al vento
e mi dispero.
Tutto il baccano
non ti sveglia
piangendo
torno a casa.
Tra le lacrime
affondo il viso nel cuscino
cercando
il tuo calore
che non c'è.


LO SPECCHIO

di Carmen Pistoia

Timorosa
accosto
al suo cospetto.
Esito un pò
a specchiarmi.
Osservo ciò che riflette.
Una donna
un adolescente
una bimba.
Triplice riflesso
sfumato da ombre
intrise di sangue.
Logori le vesti
deforme il volto
irriconoscibile.
Chi è quella donna?
Chi sono io?
Non ho più voce
s'incatenano i movimenti
ho paura.
E tu specchio
sogghigni beffardo
burlandoti di me.
In ginocchio
invoco Dio.
Una mano m'afferra
poi un'altra.
Si ricompone il riflesso
svaniscono le ombre
l'immagine è nitida.
Sorrido
sollevata
mi riconosco
e m'acquieto.

SERENATA PER TE

di Carmen Pistoia

Sotto la luna
che quasi
affonda nel mare
trovi me
accoccolata
tra le onde.
Le note
appena suonate
dall'oceano
a te
m'annunciano.
Non lasciarti forviare
dal fischio del vento.
Palpitante
il mio cuor
t'invoca.
Amor mio
ho acceso
ogni stella
per guidarti
fino a me
raggiungimi.
E quando
saremo insieme
anche il mare
dovrà tacere
per non disturbare
la melodia celeste
delle nostre anime.

sabato 2 luglio 2011

SE AMORE E'

di Carmen Pistoia

Magma inarrestabile
cola sulla pelle
copioso.
Spasmi
fremiti
s'intrecciano
e s'attorcigliano
nel petto
lasciandoti senza fiato.
E sei nuvola
aria
acqua che scorre
nel torrente rigoglioso
dell'amore.
Non puoi fermare
le emozioni
ne sei travolto.
Insaziabile
oblio
t'avvolge.
Arresti la tua corsa
tra le sue braccia
e tutto trema
persino il cuore.


COMPLICE LA LUNA

di Carmen Pistoia


Le note
d'un pianoforte a coda
accompagnano
una splendida nottata
di luna piena.
Danziamo stretti
a piedi nudi
sulla spiaggia.
Un refolo di vento
mi scompiglia i capelli
e tu
dolce più che mai
li scosti dal viso
delicatamente.
La bianca luna
si riflette in mare.
Sullo sfondo
le nostre ombre
si baciano.
Splendida armonia
tra cuore e natura.
Tu ed io
simbiotici.
E tra luci ed ombre
prorompe
la passione.

FUOCO E PAGLIA

di Carmen Pistoia

Fuoco e paglia
noi.
Spavaldi
abbiam sfidato
le fiamme
illudendoci
di dominarle
senza bruciarci.
Abbiam giocato
ingenuamente
attratti
da quel folgorante bagliore
calamitati
l'uno dall'altro.
Le fiamme
prima basse
docili
han preso vigore
in un attimo
travolgendoci.
E' bruciata
ogni parte di noi.
Persino l'anima
è ridotta in cenere.
E col cuore ustionato
facciam spazio
nelle labirintiche fiamme
da cui
non appare
alcuna uscita.


MANCANZA

di Carmen Pistoia

Avverti
perennemente
una mancanza
latente in te.
T'accompagna
per tutti i giorni
della tua vita.
Anche quando
pensi di avere tutto
non hai niente.
Larvato
nei pensieri
prolifera
un vuoto
incolmabile.
Nulla lo riempie.
La mancanza
giace silente
e ti tormenta.
E in una notte
priva di stelle
vedi un astro
tagliare il cielo.
Percepisci
come aura
che ti è passata davanti
quella mancanza
e tu
non sei riuscita
ad afferrarla
hai perso
l'attimo unico
in cui potevi
colmare ogni vuoto.


LE TUE MANI TREMANO

di Carmen Pistoia

Mi sfiori
e le tue mani
tremano.
Cerchi
spasmodicamente
le mie labbra
come un bimbo
cerca il seno della mamma.
In ogni bacio
la voglia
di spalmarti come miele
su di me.
Sento i tuoi pensieri
che inneggiano alla vita.
Le tue mani tremano
mentre scivolano lente
sulla mia pelle morbida.
Nei tuoi occhi
luce divina
quando sei con me.
Sprigioni energia
trasmetti passione.
Coinvolgi
avvolgi
e le mie mani
tremano più delle tue.



L'OMBRA DEL DESTINO

di Carmen Pistoia

L'ombra del destino
mai ti perde di vista.
Semina sul tuo cammino
indizi
e aspetta
che tu li veda.
Come un ragno laborioso
tesse minuzioso
il fili
d'ogni tuo passo.
Ti evidenzia
persone
luoghi
strade da percorrere.
Distrattamente
inciampi nella sua tela
e ti chiedi
che senso abbiano
i segni disseminati ovunque.
E aspetti paziente
l'alba del giorno dopo
sperando
che porti sul suo fulgore
risposte.
Nel cuore
un'unica certezza
nulla
accade mai per caso.



domenica 26 giugno 2011

INCOMMENSURABILE

di Carmen Pistoia

Svaniscono le argentee stelle
ad ogni nostro incontro.
Nobile è l'amore
che prorompe nel cuore.
Luna paziente
romantica
che sempre spennelli di bianco
le notti trascorse ad amarci.
In ogni bacio
divengo nuovamente fanciulla.
Assaporo quelle prime note
di desiderio e d'amore
ogni volta con nuovo stupore.
Si effonde nell'anima
quel senso di totalità
che tace ogni paura.
Delicata carezza
che tutto placa.
Soffiano i venti
echeggiando le note
d'un sentimento immenso.
Noi due insieme
e nulla più.



FRAGRANZA D'AMORE

di Carmen Pistoia

Il respiro spezzato.
Il pulsare del cuore
nel petto.
Echi
nella mente
rievocano
il suono dolce
della tua voce.
Sussurri soffocati.
Increspature nei pensieri.
Quel filo di seta pregiato
chiamato amore
già mi lega a te.
Pochi labili baci
qualche abbraccio
e la delizia
di trovarmi sola con te.
La sensazione di piena salute.
Il canto dell'anima
che si leva al mattino.
Io che vado incontro al sole
e quel sole
sei tu.
Fermati oggi
fermati con me
e capirai
l'origine d'ogni poesia.



BASSA MAREA

di Carmen Pistoia

Ai piedi del giorno che muore
osservo
la bassa marea.
Aulente frescura marina
soffia verso riva.
Salini odori
si diffondono nell'aria
seguendo i flutti delle onde.
Mormorii
tra gli scogli
raccontano
spumeggiando
la vita che scorre.
Tutto palpita
lieve.
Nel crepuscolo
la calante marea
accoglie due amanti
appartarsi
a consumar passione.



AMARTI NEL SILENZIO

di Carmen Pistoia

Non andar via
restami accanto.
Son consapevole
che il nostro
è un amore impossibile
ma esiste
ed è immenso.
Restami accanto
sarò silente
m'acconteterò
delle briciole
pur di non perderti.
Mi nutrirò
dei tuoi respiri
quelli in più
rilasciati per affanno.
Innaffierò con cura
quel giardino in cui
oltre le soglie
d'ogni tempo
noi
saremo insieme.
Fino ad allora
ti amerò nel silenzio
abbracciando
il pensiero di te.



sabato 25 giugno 2011

NOTTE IN RIVA AL MARE

di Carmen Pistoia

S'adagia dolcemente la notte
sotto una luna
pendula e gialla.
Impalpabili brezze
soffiano.
Manciate di sabbia e foglie
s'accumulano.
Alati pensieri
si perdono
in un cielo
formicolante di stelle.
Superbo il mare
fosco l'orizzonte.
Qua e la
qualche barca
di pescatori.
Rocce lucenti
riflettono la luna.
Fugace un granchio
afferra una preda.
L'eco dell'anima
lambisce le onde
e si rinfrange a riva.



COME URAGANO

di Carmen Pistoia

Cullata dall'amore
conto le ore
che mi separano da te.
Nei sensi
il tuo profumo
tormenta l'attesa.
Sulle labbra il tuo sapore
e la brama
di baciarti ancora.
Gocce irresistibili
di passione
che rimangono addosso
come seconda pelle.
Nella mente
solo te.
Attimo dopo attimo
cresce il desiderio
e trova pace
solo tra le tue braccia.
Hai travolto
come un uragano
la mia vita
rilasciando nell'aria
e su di me
un amore ardente.



SPERANZA

di Carmen Pistoia

Una fiammella
oscilla nel vento
scenario desolante
disperazione
inquietudine.
Nella mente
immagini
desertiche
fioccano.
Nevica nell'anima
e il gelo
inchioda i pensieri.
Gli occhi sfiniti
dalle lacrime
si chiudono.
Ombre ondulate
mi fan compagnia
silenti.
La notte
ha le braccia lunghe
le sento addosso
e spingere sul petto.
L'aria odora di scirocco
e mentre tutto giace
s'eleva il giorno
colmo di nuova speranza
.



ALI DI GABBIANO

di Carmen Pistoia

Cielo sereno
terso da nuvole.
Tepore estivo
coccola la pelle.
Profumo di salsedine
adorna il respiro.
Anima festosa
danza
sulle note
del mare.
Tra le dita
sabbia bianchissima.
Perlacee conchiglie
raccolte a riva.
Un pensiero
vola
sulle ali d'un gabbiano.
Voglia di libertà
intimamente
cresce.
Il viso disteso
sogna.
E cavalco serena
l'onda della vita.
Rivoli di gioia
colano copiosi
sulle pareti del cuore.

ACQUA E SALE

di Carmen Pistoia

Gocce salmastre
scivolano
sulle labbra
rilasciando
sensuali
desideri.
Noi
acqua e sale
nel vortice
dell'amore.
Gusto intenso
accende i sensi.
Accarezzati
dalle onde
essudiamo
passione.

FIGURANTI E CHIMERE

di Carmen Pistoia

Siam solo figuranti
nella vita che scorre.
Chimere
nel cuore di qualcuno
fino all'alba
e quando spunta il sole
tutto scompare.
Promesse
amori
emozioni
solo chimere di passaggio
nuvole di vapore
che si dissolvono al primo vento.
Ti guardi indietro
e t'accorgi
che cammini da solo
e tutto quello in cui hai creduto
non è mai esistito.
Chimerico mondo
che prima t'attira nelle sue spire
e poi t'abbandona
lasciandoti il vuoto.
Figuranti
chimere
infami compagni di un viaggio
privo di stazioni.